Auto Style Blog, vetture usate e nuove

sito di auto nuove e usate

La Vespa elettrica

Piaggio, avviata la produzione della Vespa elettrica

Arriva la Vespa elettrica. Il Gruppo Piaggio avvierà a settembre la produzione dello scooter più famoso e amato al mondo in versione elettrica.

La Vespa elettrica nascerà nello stabilimento di Pontedera, in provincia di Pisa, lo stesso dove Vespa nacque nella primavera del 1946.

Le caratteristiche tecniche della Vespa elettrica

Il cuore di Vespa Elettrica è una Power Unit in grado di erogare una potenza massima di 4 kW, valore che unito a una coppia motrice superiore ai 200 Nm, consentono di ottenere prestazioni superiori a quelle di un tradizionale scooter 50 cc, soprattutto per quanto
riguarda l’accelerazione e lo spunto in salita che beneficia della tipica erogazione brillante dei motori elettrici.

Vespa Elettrica garantisce una autonomia massima di 100 km, valore che non subisce grosse variazioni nella guida urbana, caratterizzata da frequenti “stop and go”: ciò è possibile grazie a una moderna batteria agli ioni di litio e a un efficiente sistema di recupero dell’energia
cinetica (KERS, Kinetic Energy Recovery System), che la ricarica nelle fasi di decelerazione.

Le operazioni di ricarica sono semplicissime : la batteria agli ioni di litio, esattamente come quella che equipaggia i moderni smartphone, non necessita di particolari precauzioni. Il tempo standard necessario per una ricarica completa è pari a 4 ore.

La batteria garantisce un’ottima efficienza fino a 1000 cicli di ricarica completi: ciò si tramuta in una percorrenza variabile tra i 70.000 e i
90.000 km, equivalenti a oltre dieci anni di utilizzo di un mezzo nato per il commuting urbano.

Superati i mille cicli, la batteria conserva in ogni caso l’80% della sua capacità e rimane perfettamente utilizzabile.

Il guidatore può scegliere tra due modalità di guida: ECO e Power, alle quali si aggiunge la modalità Reverse, una retromarcia inseribile per facilitare la movimentazione di Vespa Elettrica durante le manovre. Nella modalità ECO, mirata al risparmio energetico, si ottiene una maggiore autonomia della batteria; la velocità è limitata a 30 km/h e l’accelerazione è più progressiva.

Power è invece la modalità di guida base, nella quale viene sfruttata tutta la potenza del motore